Rosanna La Spesa

L’opera dell’artista Rosanna La Spesa acquisita dal Museo a cielo aperto di Denice, dedicato alla ceramica contemporanea
L’opera dell’artista Rosanna La Spesa installata nel borgo di Denice, nell’ambito del Museo a cielo aperto dedicato alla ceramica contemporanea

Nel museo

…linee d’acqua…
1992
Terracotta graffita, ingobbio, smalto
cm 33 × 48
Opera acquisita nel 2013

Critica

Rosanna La Spesa associa alla terracotta e sperimenta, con la cottura ad alta temperatura diversi materiali, per dare sfogo ad una visionarietà che deriva dalla natura, dall’ambiente, ma anche dagli stati mentali dell’uomo. Nei suoi lavori si alternano dei simboli precisi e delle forme incomplete, stilizzazioni di elementi naturali o architetture, germinazioni vegetali o forme riconducibili a elementi fossilizzati che si prestano ad essere interpretati a seconda degli umori e degli stati d’animo di chi
li osserva.

Tutto il suo procedere consiste nel dare corpo a frammenti di forme e di immagini che conservano la loro ambiguità, come mezzo necessario per dare sfogo all’invenzione a cui l’artista vuole farci partecipi dove l’idea diventa significato, la materia diviene mezzo.

Biografia

(Savona) inizia la sua ricerca artistica nel 1974 e la sua poetica si ispira all’elemento acqua, al linguaggio delle pietre, alle memorie fossili della terra e si sviluppa attraverso narrazioni in vetrofusione, terrecotte e metalli, gioielli in vetro e oro, creazione di vetrate artistiche per architettura, riproduzione di opere su tessili e fototransfert su ceramica, opere a tema sacro. Ha illustrato testi di educazione fisica e di osteopatia. A partire dal 1980 lavora presso le fornaci: Giacchino, La Fenice e Bottega Tortarolo di Albisola S., Mazzotti di Albissola M., con le Ceramiche il Tondo di Celle L. e con l’orafo A. Averla. Inizia l’attività espositiva nel 1977 con una personale presso la storica saletta Testa ad Albissola M. Numerose le personali e collettive dal 1977 ad oggi.

Nel 1988 viene selezionata all’esposizione della Biennale di ceramica al Priamar di Savona. Nel 2008 alla VI Rassegna Nazionale di Ceramica Circolo N. Poggi di Albissola M. riceve una menzione speciale. Nel 2011 realizza un’ opera in vetrofusione a tema sacro esposta al Museo dell’Oreficeria del Santuario di Savona, è oggi collocata nella Cappella della Residenza protetta Marino Bagnasco in Savona. Nello stesso anno vince il Concorso del VI Festival Internazionale della Maiolica di Albisola S., sul tema del 150° dell’Unità d’Italia. Nel 2012 viene selezionata con l’opera Haiku al concorso Lodi fa ceramica. Crea un’installazione fiabesca alla Galleria del Cavallo-Valleggia di Quigliano (Sv) con Il geco e la farfalle. Nello stesso anno partecipa all’iniziativa Antichi maestri vasai di Siena. Sue opere sono esposte in permanenza in diverse sedi tra le quali il Museo del Vetro di Altare (Sv), la Parrocchia S. Dalmazio di Savona, all’Ospedale Regionale di Lugano, a Artisti per la matematica, Comune di Celle L. (Sv), nella Borgata Castagnini, Tetti Manera (Cn), e a Vendone, Albenga (Sv) nel Parco Rainer Kriester. Si sono occupati del suo lavoro M.T. Castellana, E. Bonino, G. Fossati, A. Minach, P. Fiori, R. Masoero, C. De Benedetti, A. Pavia, F. Tiglio, N. Mura, L. Caprile, R. Baglietto, S. Morando, V. Siviero, L. e M. Gallopecca, S. Riolfo, G. Beringheli, S. Bottaro, C. Chilosi, G. Lunardon, G. Lupino, G. Notarnicola, G. Bof, S. Giuliani, F. Folco, R. Zelatore, e R. Bertolino.

rosannalaspesa.it

Altre opere