Margherita Piccardo

L’opera dell’artista Margherita Piccardo acquisita dal Museo a cielo aperto di Denice, dedicato alla ceramica contemporanea
L’opera dell’artista Margherita Piccardo installata nel borgo di Denice, nell’ambito del Museo a cielo aperto dedicato alla ceramica contemporanea

Nel museo

Piastra
2001
Terracotta
cm 120
Opera acquisita nel 2015

Critica

La minimale ricerca attuata da Margherita Piccardo si snoda attraverso l’impiego di pochi colori depositati su un fondo di argilla. In questo modo i suoi ampi segni tracciati di getto sono le principali cause dell’esaltazione anche della materia impiegata. Ampi segni di pennellate rapide che consentono di ripercorrere il gesto pittorico dell’artista mentre li deposita curvi o lineari, singoli o incrociati tra loro.

Ogni lastra conserva in modo indelebile altri segni graffiti, incisi più o meno profondamente sul supporto che concorrono ad arricchire ulteriormente la composizione. Porzioni di linee curve e frammenti di parabole o ellissi ritmano lo spazio del supporto forniscono una visione complessiva ineffabile, incodificabile e pertanto misteriosa.

Biografia

(Varazze) nel 1973 consegue la Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Martini di Savona e tra il 1975 e il 1977 frequenta l’Università di Genova, facoltà di Lettere con indirizzo antropologico. Nel 1976 ottiene l’abilitazione all’insegnamento di Storia dell’Arte e dal 1977 insegna presso la scuola di Ceramica di Albisola Superiore. Si diploma in Conservazione e Restauro della Ceramica Archeologica nel 1979 a Genova e nello stesso anno partecipa al tirocinio pratico presso la Soprintendenza Archeologica di Genova. Dal 1978 inizia ad avvicinarsi alla ceramica come elemento espressivo della sua creatività. L’esperienza archeologica è fondamentale nella ricerca figurale e nella scelta degli impasti delle opere che assumono una dimensione “antropologica”.

Nel 1979 apre uno studio artistico personale a Varazze (Sv) e partecipa alle prime mostre collettive e rassegne di arte contemporanea. Nel 1995 inizia a praticare lo Shodo con il Maestro Calligrafo Norio Nagayama, attività che svolge tuttora (titolo I Dan). Nel 1998 partecipa ad una serie di workshop di ceramica presso il Politecnico di Atene e nel 2001 è presente al workshop di scultura in pietra a Triora (Im). Nel 2003 propone l’esposizione IKOS alla galleria Abc di Milano. Collabora nel 2004 alla Mostra Internazionale Bianco-Blu, cinque secoli di grande Ceramica in Liguria allestita a Genova, Savona, Albissola Mare e Vado Ligure.

Nel 2005, durante un soggiorno-studio a Tokyo, frequenta uno stage di calligrafia con il Maestro calligrafo Nagata Ryôko, esperienza importante perchè questi segni più o meno intensi e ampi vengono trasposti in ceramica. Nel 2007 partecipa a CreativaMente 2007 esposizione collettiva allestita nella Pinacoteca Civica di Savona e realizza due personali: IKEBANA alla Galleria Alzalai di Milano e Il Girotondo dell’Orsa alla Galleria AtelierColangelo di Torino. Nel 2008 allestisce una mostra personale dal titolo Margherita Piccardo – sculture a Palazzo Vendramin di Venezia.

margheritapiccardo.com

Altre opere