Sandro Lorenzini

L’opera dell’artista Sandro Lorenzini acquisita dal Museo a cielo aperto di Denice, dedicato alla ceramica contemporanea
L’opera dell’artista Sandro Lorenzini installata nel borgo di Denice, nell’ambito del Museo a cielo aperto dedicato alla ceramica contemporanea

Nel museo

Racconto
2008
Ceramica smaltata
cm 47 × 44
Opera acquisita nel 2013

Critica

La ricerca compiuta da Sandro Lorenzini si snoda in più direzioni quasi come per saggiare contemporaneamente le sue capacità narrative e creative, formali e spaziali. Realizza così opere dal forte sapore narrativo e didascalico in cui l’artista si avvale di immagini popolari, fantastiche, misteriose, intriganti e inventate per raccontare storie della sua infanzia o frutto della sua fertile inventiva.

Nel contempo crea opere in cui propone delle forme astratte avvalendosi e combinando liberamente alcuni moduli base. Inventa, utilizzando questa sintassi originale, delle forme in sospensione o sovrapposizione, fisse o mobili capaci di catturare la fantasia per i rimandi e le allusioni che le combinazioni sono in grado di generare.

Biografia

(Savona, 1948) terminati gli studi in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, opera fino al 1975 come scenografo, poi sceglie come suo principale mezzo espressivo la ceramica. Nel 1984 su invito di P. Voulkos, va negli Stati Uniti per lavorare ad un progetto di una scultura ceramica di grande dimensione presso la Berkeley University e presso la California State University, San José, ove sarà lecturer e visiting artist in più occasioni per tutti gli anni Novanta. Dal 1986 sperimenta l’installazione di grandi opere di scultura ceramica in spazi architettonici e storici: 1986 Percorsi, Fortezza Priamar, Savona; 1991 La Casa di Asterione, Galleria Comunale di Arte Contemporanea, Padova; 1996 La Casa del Re, Palazzo Reale di Caserta; 1999 Tra il Disperato e il Sublime, Faenza; 2000 Lo Spazio Ritrovato, Castello di Roccavignale; 2007 Concreta, Palazzo Pretorio, Certaldo. Oltre alla ceramica, utilizza nelle sue composizioni il legno, il vetro, l’acciaio, la pietra, il bronzo.

Si aggiudica numerosi premi e riconoscimenti in competizioni internazionali, come la Biennale de Ceramique di Vallauris, Francia, la International Ceramic Competition di Mino, Giappone, la Mostra Internazionale della Ceramica di S.Stefano di Camastra, la Biennale Internazionale della Ceramica di Faenza, la Biennale for Ceramics del Cairo, Egitto, la Huaxia Ceramic-Square International Competition di Foshan, Cina. Suoi importanti lavori sono acquisiti da prestigiosi musei in tutto il mondo tra cui il Mic di Faenza, il Museo del Palazzo Reale di Caserta, la Casa-Museo Mazzotti di Albisola, I musei della Ceramica di Mino, Snigaraki, Toki, Seto e Gifu in Giappone, a San Francisco e in Colorado, negli Stati Uniti, i musei di Foshan, Shiwan, Fu-Ping e Jingdezhen in Cina, oltre al Ceramic Museum del Cairo, Egitto e nell’Emirato di Sarjah.

Nel 2007 lo Shigaraki Cultural Ceramic Park (Giappone) lo incarica di realizzare sculture ceramiche modulari sospese in occasione della visita dell’Imperatore e dell’Imperatrice del Giappone. Nel 2012, in seguito a concorso, ottiene la qualifica di Professor in Ceramics dalla National Academy of the Arts di Oslo, Norvegia. Nel 2012 è Artist in resident presso la Fornace Pagliero di Castellamonte ove realizza sculture in ceramica di grande dimensione. È presente alla LIV Biennale di Venezia.

sandrolorenzini.it

Altre opere